Trieste, I diritti umani nella federazione russa di Putin

russia

A pochi giorni dall’incontro bilaterale Italia-Russia, l’Associazione Radicale Certi Diritti, il Circolo Arcobaleno Arcigay e Famiglie Arcobaleno in collaborazione con il Comitato per le Pari Opportunità dell’Università degli Studi di Trieste organizzano:

I diritti umani nella federazione russa di Putin: libertà di espressione, minoranze, diritti

Venerdì 22 novembre 2013
17:00-20:00

Università degli Studi di Trieste
Aula Bachelet
Ed. A (Centrale) – ala sinistra – 1° piano – P.le Europa 1 – Trieste

Come aiutare i cittadini e le cittadine russe nelle loro richieste di difesa e promozione dei propri diritti umani? Quale è il ruolo delle organizzazioni internazionali? Che tipo di influenza possono avere le Convenizoni e i trattati internazionali? Quali tipo di interlocuzione deve essere attivata, o si deve tentare di attivare, con il sistema politico e istituzionale russo?

Queste sono le domande al centro di questo incontro organizzato in previsione del bilaterale Russia-Italia e centrato su tre ambiti sui quali si concentra l’attenzione internazionale, ovvero i diritti delle persone Lgbti, la libertà di espressione e i diritti delle comunità migranti. Attraverso le dirette testimonianze di coloro che seguono da vicino, direttamente in Russia, sia casi che sono sui media internazionali sia casi che invece non vanno sulle prime pagine dei giornali, si intende sollevare il tema della difesa e della promozione dei diritti umani in Russia, con particolare riferimento al valore che hanno, e possono avere, i trattati internazionali.

PROGRAMMA
Saluti delle Istituzioni e degli organizzatori: Fabiana Martini, Vicesindaco di Trieste, Yuri Guaiana, Segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti, Andrea Tamaro, Presidente Circolo Arcobaleno Arcigay

Introduzione di Giuliano Prandini, Amnesty International Italia, e Paolo Atzori, Funzionario al Parlamento Europeo presso i non iscritti

Testimonianze:
Angelo Pezzana (fondatore del Fuori! che manifestò per primo a Mosca nel 1977)
Proiezione di un estratto del documentario “INVANO MI ODIANO – racconto sui cristiani LGBT“ di Yulia Matsiy
Intervengono Yulia Matsiy, VARCO – REFO e Björn van Roozendaal, ILGA-Europe

La libertà di espressione e il controllo dei media

Proiezione di “The Word & the Bullet“. Un film di Svetlana Svistunova. Sottotitolato in inglese.

Tavola rotonda finale con Teresa Tonchia , docente di diritti umani e filosofia politica Università di Trieste, e Antonio Stango, PRNTT

Conclusioni di Enzo Cucco, Associazione Radicale Certi Diritti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...