Pussy Riot, concerto di capodanno per Nadezhda in Siberia

pussy-riot Nadezhda TolokonnikovaNadezhda Tolokonnikova, una delle rappresentati delle Pussy Riot, in carcere dal 2012 per la canzone punk nella cattedrale di Mosca, canterà per i detenuti del carcere in cui è stata trasferita pochi mesi fa in Siberia. La giovane si esibirà questo weekend in un concerto di capodanno ha riferito alla tv russa d’opposizione Dozhd l’avvocato di Nadia, Irina Khrunova. “Mi ha detto al telefono che il 20 e 21 dicembre visiteranno alcune colonie nella regione di Krasnoyarsk tenendovi concerti, in quanto nel suo ospedale esiste un gruppo musicale, e lì si è inserita molto bene”, ha spiegato la legale. Nadezhda ora, dopo la lettera di protesta contro le condizioni carcerarie e lo sciopero della fame dei mesi scorsi, si trova in un ospedale carcerario di Krasnoyarsk, in Siberia.

Domani alla Duma si discuterà in prima lettura della possibilità di una amnistia per la Pussy Riot detenuta. “Spero molto, incrociamo le dita, che dopo questi concerti in cui canterà per i detenuti, sia rilasciata”. La sua pena dovrebbe scadere ufficialmente a inizio marzo 2014. Molti artisti internazionali e associazioni dei diritti umani si sono schierati al suo fianco in questi anni, Annaviva compresa.

Per parlare della situazione di Nadezhda e tanto altro ancora vi aspettiamo giovedì 19 dicembre alle 20,30 alla Libreria Popolare di via Tadino 18, Milano per un aperitivo di Natale. Sarà l’occasione per conoscerci e parlare delle prossime iniziative. Vi aspettiamo!

Fonte: Ansa

Un pensiero su “Pussy Riot, concerto di capodanno per Nadezhda in Siberia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...