Milano, presidio di solidarietà a Vladimir Luxuria e ai diritti civili in Russia

Vladimir-Luxuria-Sochi-2014

L’Arcigay Milano si è riunito ieri in piazza San Babila del capoluogo lombardo per mostrare sostegno e solidarietà a Vladimir Luxuria e denunciare la situazione russa nei confronti dei diritti civili e della vita delle persone lgbt.
Una situazione non raccontata e camuffata dallo svolgimento di una competizione olimpica voluta per usare lo sport come strumento di legittimazione di un Paese non democratico e succube di un regime di terrore.

Marco Mori, presidente Arcigay Milano dichiara: “Salvini, oltre a essere già stato bacchettato per le sue goliardie e per il suo assenteismo al Parlamento Europeo, si dimostra ancora un minus habens della politica. Solo un individuo scarsamente capace di pensiero critico può accostare il caso dei marò con la vicenda Luxuria. I marò sono dei militari che rispondono a una legge specifica e a relazioni internazionali di chi indossa una divisa. Luxuria è andata, consapevole dei rischi, a denunciare l’ipocrisia di un regime al limite della dittatura. Luxuria ha fatto come quelli che in Sudafrica lottavano contro l’apartheid, consapevoli che quella fosse una legge ingiusta e che dovesse essere abolita oppure come Rosa Parks che si è rifiutata di cedere il posto riservato ai bianchi su un pullman negli Stati Uniti del 1955”.

Gay è ok”. Era questa la scritta, in russo, che campeggiava su una bandiera che Vladimir Luxuria ha portato con sé in Russia, a Sochi, dov’è stata arrestata. Vladimir è stata liberata subito ma poi arrestata nuovamente insieme a due inviati de Le Iene mentre stavano per assistere a una partita femminile di hockey. Questa volta niente bandiere ma l’attivista indossava abiti con i colori arcobaleno, simboli dei diritti lgtb. Vladimir ha raccontato di esser stata portata in aperta campagna da un gruppo di uomini e abbandonata, ma grazia all’ambasciata italiana è riuscita a rientrare in Italia.
Il comitato olimpico internazionale si è schierato contro l’atteggiamento della nostra italiana dicendo che era stato stabilito che non ci sarebbero state manifestazioni nelle aree attorno al parco olimpico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...