Mikhail Khodorkovsky e Open Russia: “Attivismo sociale, non politica”

Mikhail KhodorkovskyNel suo ultimo post Mikhail Khodorkovsky spiega perché l’attivismo sociale è attualmente più importante per lui rispetto alla politica e parla dei suoi obiettivi personali e quelli di Open Russia.

Khodorkovsky insiste sul fatto che le persone sono più importanti delle risorse, che l’unico modo per la Russia ha per stimolare la crescita economica è quello di fare un salto tecnologico, che un governo spietato non è la stessa cosa di uno forte e come si può collaborare per una Russia prospera e aperta.

“Dovremo creare un sistema politico che non permette a un singolo individuo di concentrare un potere illimitato nelle sue mani. E un tale sistema può essere costruito solo nell’ambito di una società civile sviluppata. È per questo che sono impegnato nell’attivismo sociale piuttosto che nella politica.

Le forze di opposizione in questo momento non hanno un chiaro programma per il cambiamento. Il nostro compito deve essere quello di progettare un futuro in cui tutti vogliono vivere. La costruzione teorica del futuro è uno dei principali progetti di Open Russia. Stiamo progettando di arruolare i maggiori esperti provenienti dalla Russia e da tutto il mondo per contribuire allo sviluppo del nostro programma. In due anni presenteremo un programma a pieno titolo di trasformazione e di sviluppo.

Open Russia non è un partito politico. Abbiamo in programma di schierare i candidati della nostra parte. Allo stesso tempo, incitiamo il cambiamento e siamo pronti a prendere su di noi la creazione di infrastrutture che potrebbero correggere le distorsioni nel sistema elettorale. Organizzeremo un sistema di monitoraggio che non solo denunciarà, ma preverrà le frodi. Ci sarà anche la possibilità di offrire ai candidati il ​​supporto di esperti, aiutandoli a formulare programmi regionali, raccogliere firme e superare gli ostacoli proibitivi.

Noi non ci disinteressiamo di problematiche sociali ed educative e dedicheremo particolare attenzione alle discipline umanistiche.

Assistere i prigionieri politici è di fondamentale importanza, perché essi dimostrano, al sistema di applicazione della legge, che le regole possono essere infrante – e così facendo si estrapola questa pratica per la popolazione in generale”.

Testo originale: Medium.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...