Donna non rieducabile all’Argot Studio di Roma

Donna non rieducabile a RomaIn occasione dei 10 anni dalla morte della giornalista russa Anna Politkovskaja, torna in scena Donna non rieducabile, un progetto di e con Elena Arvigo. Appuntamento dal 3 al 15 maggio all’Argot Studio di Roma.

Lo spettacolo è stato prodotto dal Teatro delle Donne – centro nazionale di Drammaturgia, che lo portò sul palco per la prima volta nel 2007, a solo sette mesi dalla morte della giornalista.

Il testo è stato scritto dall’autore e regista Stefano Massini.

Come è successo a ottobre 2015 a Milano, anche a Roma sono in calendario una serie di appuntamenti prima e dopo lo spettacolo. Letture, dibattiti e presentazioni che si terranno
nel teatro stesso.

MARTEDì 3 MAGGIO, ORE 21 – l’Associazione Annaviva presenta lo spettacolo

Donna non rieducabile
Donna non rieducabile

GIOVEDì 6 MAGGIO, dalle 19.00 – Giulia Morello presenterà il suo libro Sono innamorata di Pippa Bacca Chiedimi perché (ed. Castelvecchi) la storia di Giuseppina Pasqualino di Marineo, in arte Pippa Bacca, artista nata a Milano il 9 dicembre 1974 e uccisa in Turchia il 31 marzo 2008 durante la performance artistica Brides On Tour – Spose in Viaggio, incentrata sull’amicizia e sulla pace tra i popoli. Questo è il primo libro autorizzato dalla famiglia di Pippa Bacca. Leggerà brani dal libro l’attrice Alice Spisa.

– VENERDì 6 MAGGIO, dalle 18.30, prima dello spettacolo, il dibattito “Perché Anna oggi?” vuole riflettere su alcune questioni come “Che vantaggio può avere veicolare questo tipo di storie attraverso il teatro?”, “Che cosa significa teatro civile?”. Interverranno Elena Dundovich, membro fondatore del Memorial Italia, Lucia Sgueglia, giornalista free lance collaboratrice da Mosca per La Stampa, L’Espresso, Radio Svizzera Italiana;
Carlo Orlando, direttore artistico dell’ Associazione Narramondo che nasce nel 2001 dall’urgenza e esigenza di portare in teatro le ferite del tempo presente,
Maria Maddalena Lepri, Vice direttore Radio Rai, Cristina Ghelli, direttrice del Teatro delle Donne – Centro di drammaturgia di Calenzano, Laura Giannoni, organizzatrice del Teatro delle Donne – Centro di drammaturgia di Calenzano e
Ferdinando Maddaloni, fondatore associazione Artisti Civili.

SABATO 7 MAGGIO, alle 18.30 – Valentina Carnelutti e Stefano Scherini presentano alcune letture tratte dal loro spettacolo Non ho altro da aggiungere, nato per commemorare il naufragio di Lampedusa del 3 ottobre. Lo spettacolo racconta la storia di Razan, fuggita dalla Siria in guerra, insieme ai suoi figli. Dal pomeriggio sarà inaugurata la
mostra della pittrice Fabiana Iacolucci che ha aderito con Valentina Calvani al progetto Le imperdonabili realizzando su china dieci tavole ispirate al tema di testimoni scomodi.

DOMENICA 8 MAGGIO, alle 20 :45 – documentario Grozny Blues, nomnato allo Swiss Film Award 2016, di Nicola Bellucci scritto insieme alla giornalista Lucia Sgueglia. Il film si sviluppa intorno a quattro donne che da anni lottano per i diritti umani in un contesto ogni giorno peggiore, sempre più disilluse dal presente nella Russia di Putin. Nicola Bellucci e Lucia Sgueglia saranno entrambi presenti alla proiezione del film.

VENERDì 13 MAGGIO – Eva Cambiale e Carlo Orlando leggeranno brani tratti da
Ragazzi di Zinco di Svetlana Aleksievic che raccoglieva le voci dei reduci della guerra in Afghanistan.
Un meta-racconto su una forma di teatro (il teatro di narrazione civile, che nel nostro paese ha conquistato l’attenzione del pubblico) e di drammaturgia, quella appunto del teatro documento e della testimonianza che nel suo essere senza filtro, nel
suo esprimersi senza metafore, racconta una verità che spesso, quando non è verità di comodo, non vuole essere sentita.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...